Sherlock Holmes – Gioco di ombre

Qualcuno ha detto che il miglior modo per trasporre un libro è tradirlo.
Se il risultato è Sherlock Holmes – Gioco di ombre allora ben vengano i tradimenti.
Chi aveva apprezzato la rilettura del detective inglese di Guy Ritchie, amerà anche questo che si può considerare a tutti gli effetti all’altezza se non superiore al primo capitolo.
La qualità migliore di questo sequel oltre all’aver saputo prendere ciò che di buono era stato fatto nel primo ed estenderlo concedendosi una trama più complessa e di ampio respiro, è l’equilibrio.
Rispetta infatti tutte le regole che contraddistinguono i seguiti: più azione, più personaggi e più humour, ma tutto si incastra alla perfezione senza mai eccedere in nessuno di questi aspetti.
Non mancano le scene d’azione piene di riprese in soggettiva e ralenty tipiche del regista che anche quando ne fa un uso massiccio come nella scena del bosco, non supera mai il limite oltre il quale si potrebbe cadere nel ridicolo o nella noia.
Certo un lettore fedele delle opere di Sir Arthur Conan Doyle impallidirebbe nel vedere il suo personaggio più famoso evitare le pallottole “stile matrix” e lottare come Bruce Lee, ma l’approccio moderno e frenetico del regista si sposa perfettamente con la sua idea del personaggio e del mondo che gli sta attorno, dando vita ad una sorta di James Bond vittoriano.
Un connubio felice anche se richiede spesso di sorvolare sulle inverosimiglianze fisiche nelle scene più concitate; ma equivale a lamentarsi delle esplosioni rumorose nello spazio.
I nuovi personaggi sono tutti funzionali anche quando hanno il volto non molto espressivo della zingara Noomi Rapace; esilarante Mycroft, il fratello di Sherlock Holmes e affascinante il suo storico nemico, il prof. James Moriarty. Perfetta nemesi del protagonista, ben caratterizzato e crudele al punto giusto.
E’ chiaro che una buona fetta del successo va dato alla coppia Robert Downey Jr. e Jude Law, ormai in ottima sintonia, che regala duetti irresistibili.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni, Stagione 2011-12 e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...