The Grey

E’ giusto lodare un film quando va oltre i propri limiti e il proprio genere di appartenenza.
The Grey è un’opera sorprendente per come racconta la storia, tipica di numerosi horror, di sette uomini rimasti soli in mezzo alle nevi dell’Alaska e braccati dai lupi.
A dispetto di quello che si possa pensare nel film prevalgono i silenzi in cui parla una natura tangibile e selvaggia, e i bellissimi dialoghi essenziali ed esistenziali dei sopravissuti che affrontano vita, morte, famiglia e religione con la sincerità di chi è a stretto contatto con la morte.
I momenti d’azione non sarebbero così intensi se non fossero supportati da una precisa scrittura psicologica, in particolare quella che riguarda la parabola di un intenso Liam Neeson, in grado di passare da aspirante suicida a leader di un gruppo che lotta per la sopravvivenza in maniera totalmente convincente e non forzata.
La morte è il vero tema che accompagna i protagonisti e viene descritta non solo come drammatica eventualità ma anche come rifugio salvifico al quale abbandonarsi. Come dimostra una scena che coinvolge Frank Grillo e raggiunge vette di grande cinema che difficilmente prodotti recenti più spettacolari hanno toccato.
Non un capolavoro ma un film di genere costellato di ottime idee e trovate registiche: vedere gli occhi dei lupi che brillano nel buio della notte, il loro respiro nel vento gelido o sentire solo gli ululati intorno ai supersiti – come Hitchcock aveva saputo splendidamente fare ne Gli Uccelli
Quale scelta coraggiosa poi utilizzare un finale così spiazzante che può essere confuso come incompiuto. Non lo è.

John Ottway (Liam Neeson)
Vivi e muori in questo giorno (cit.)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni, Stagione 2012-13 e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...