Recupero 2012 – Quasi amici

Il pregio maggiore di Quasi amici è quello di non cercare mai la risata – e neanche la commozione – utilizzando soluzioni semplici o scontate. Riesce soprattutto grazie al tono del film, spesso drammatico o addirittura con venature noir nella scena d’apertura che gioca proprio sul ribaltamento dei registri. Il problema è che il resto della storia viaggia su binari fin troppo prevedibili: Driss, il personaggio interpretato da Omar Sy, entra nella vita del tetraplegico Philippe (Francois Cluzet) e con la sua irriverenza gli scombussolerà la vita in positivo e ognuno imparerà qualcosa dall’altro. Una vicenda già vista che grazie a due attori azzeccatissimi scorre bene, anche se non si beneficia di nessun momento ispirato/poetico o realmente emozionante – come Mare dentro aveva saputo fare – e ci lascia anzi un finale scontato. Peccato.

Driss (Omar Sy) e Philippe (Francois Cluzet)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni, Stagione 2012-13 e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...