Iron man 3

Sarà la prima impressione, sarà che arrivava da un mediocre secondo capitolo ma Iron man 3 è all’altezza se non superiore dell’originale. Non è perfetto, tutt’altro. In particolare l’inizio è un po’ stentato. Impreciso e confuso nel presentarci i nuovi personaggi e un elemento della trama, la tecnologia Extremis, che avrà grande importanza nel prosieguo della storia.
Vi sono anche un numero tale di inverosimiglianze da far rizzare i capelli: su tutte vedere i personaggi che comunicano in continuazione senza cellulari o auricolari (succedeva già in The Avengers) oppure l’armatura di Tony Stark aggiustata da un bambino.
Non sono forzature nuove a questo genere di film ma ci si può passare sopra solo nel caso in cui queste facciano da contorno ad una precisa e coerente idea di cinema in grado di giustificarle.
In questo senso è stato perfettamente logico optare per Shane Black, sceneggiatore dei primi due capitoli di Arma letale, che è riuscito ad adattare lo stile da buddy-comedy allo spirito del personaggio di Tony Stark e a dare una sua impronta personale attraverso scelte anche coraggiose.
Funziona l’idea di spogliare l’eroe della sua armatura per fargli ritrovare se stesso e poter affrontare i suoi demoni. Da applausi il significato che è stato dato alla figura del Mandarino (Ben Kingsley). Poteva uscirne un villain scontato e invece mostra in maniera non banale come i mass-media possano essere la prima arma per creare dei mostri e ingannare la popolazione. Un messaggio probabilmente non così originale ma inaspettatamente dissacrante per come viene proposto in un prodotto del genere.
Il regista ha anche mostrato una notevole abilità nell’utilizzare un’ironia non banale e gestire l’azione. Mai eccessiva nella lunghezza e in grado di avere sempre una giustificazione che ne aumenta l’impatto emotivo.
Inevitabile concludere dicendo, a costo di ripeterci, come Robert Downey Jr. riesca sempre ad aggiungere spessore e sfumature ad un personaggio che non vorremmo mai abbandonare. Neanche con i suoi demoni.

Tony Stark (Robert Downey Jr.) e James Rhodes (Don Cheadle)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni, Stagione 2012-13 e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Iron man 3

  1. Pingback: The nice guys | Il cucchiaio non esiste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...