No – I giorni dell’arcobaleno

L’allegria è nelle vostre mani

L’idea sui cui ruota il film è il suo maggior pregio ma anche il suo limite.
No – I giorni dell’arcobaleno è inevitabilmente legato alla (bella) storia che racconta in maniera quasi documentaristica. Tuttavia descrive con meno interesse tutto quello che sta al di fuori di essa: l’approfondimento dei personaggi e le loro vicende personali. Non che sia una scelta sbagliata o che questi elementi siano totalmente assenti ma manca una corrispondente inventiva e forza cinematografica con cui si raccontano i fatti principali. Quella forza che ad esempio Argo ha nel descrivere puntualmente la Storia senza sacrificare lo spettacolo o la componente privata.
Nonostante questo Pablo Larraìn lavora in maniera straordinaria sull’immagine utilizzandola come mezzo narrativo per confonderla perfettamente con il materiale d’epoca attraverso immagini sgranate/sfocate proposte nel formato 4:3 con risultati di notevole impatto.
Si è completamente immersi nel contesto storico della campagna per confermare o no la presidenza del dittatore Augusto Pinochet nel referendum del 1988. Uno scenario di cui vengono mostrate tutte le tensioni, i fermenti e la voglia di cambiamento di chi non si rendeva conto della portata dell’evento – come si evince dallo stupore di un bravo Gael García Bernal – ma che ai nostri occhi non possono non far venire in mente bagliori della realtà attuale e rendere quella campagna elettorale un fenomeno da cui trarre ispirazione. Una genialità che deriva dal coraggio di utilizzare il linguaggio innovativo e universale degli spot pubblicitari e applicarlo a video per convincere la sfiduciata popolazione Cilena non solo a votare “No” ma anche a presentarsi ai seggi utilizzando le armi dell’umorismo e dell’allegria. Sicuramente più potenti della superbia di chi era forte di una vittoria sicura attraverso corruzione e minacce.
Un linguaggio talmente originale da offuscare il resto del film che diventa (solo) un efficace mezzo per raccontare una storia fondamentale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni, Stagione 2012-13 e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...